Pagine Menu
RssFacebook
Categorie Menu

Posted on ago 6, 2013 in News, Pesca

Siglato accordo cassa integrazione in deroga: stanziati 30 milioni di €uro

Siglato accordo cassa integrazione in deroga: stanziati 30 milioni di €uro

pescaflai-informa

I sindacati di categoria della pesca, assieme alle associazioni cooperative ed armatoriali che rappresentano il comparto avevano avviato una protesta con conseguente stato di agitazione a sostegno dell’intero settore della pesca per denunciare con forza, alla politica e all’opinione pubblica tutta, lo stato di profonda marginalità in cui versa il settore e la ormai atavica precarietà dei pescatori e degli addetti tutti dei quali il governo e le istituzioni debbono necessariamente prendere atto. Da troppo tempo chiediamo con decisione a tutti gli interlocutori politici di avere coraggio e assumere decisioni che vadano nella direzione di promuovere lo sviluppo del settore della pesca.

Nella tarda mattinata del 29 luglio scorso, dopo tre mesi di serrato confronto, è stato firmato l’accordo gestione della CIGS in deroga per il settore della pesca

L’intesa, che dispone l’utilizzo di 30 milioni di euro, prevede l’immediato pagamento degli arretrati relativi alle prestazioni a tutt’oggi giacenti presso le sedi Inps e presentate entro i termini previsti nell’accordo del 17/7/2012.Le domande andranno consegnate alle rispettive sedi Inps entro e non oltre il 15/01/2014.L’Inps è incaricato di effettuare un monitoraggio sulla previsione di spesa necessaria entro il mese di marzo 2014.

Inoltre, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, su specifica richiesta delle OO.SS., provvederà ad attivare un tavolo tecnico per analizzare le problematiche degli ammortizzatori sociali per il settore.

Per quanto riguarda le liquidazioni per le Cigs del 2013 verrà emanato un successivo decreto dopo il monitoraggio effettuato dall’Inps tramite una circolare che indicherà le metodologie di attuazione dell’ accordo governativo.

Come OO.SS. riteniamo di aver raggiunto un risultato importante anche in ragione delle difficoltà emerse nel corso del confronto in relazione alle difficoltà dovute allo stanziamento insufficiente.Naturalmente, da parte nostra resta la necessità di intervenire a tutti i livelli al fine di recuperare ulteriori risorse per gli ammortizzatori sociali in deroga per il settore. Peraltro, ribadiamo la priorità, che manifesteremo in sede di tavolo tecnico, al fine di dare al settore, alla pari di tutti gli altri, un ammortizzatore sociale strutturato.

6 agosto 2013

per la FLAI CGIL FVG settore pesca

INGRID PERES

sempre-dalla

FLAI-CGIL UDINE: un Sindacato al lavoro per TE!

ISCRIVITI ALLA FLAI-CGIL DI UDINE

Share Button