Pagine Menu
RssFacebook
Categorie Menu

Netiquette

Etica e norme di buon uso dei servizi di rete

Fra gli utenti dei servizi telematici di rete, prima fra tutte la rete Internet, si sono sviluppati nel corso del tempo una serie di “tradizioni” e di “principi di buon comportamento” (galateo) che vanno collettivamente sotto il nome di “netiquette“. Tenendo ben a mente che la entita’ che fornisce l’accesso ai servizi di rete (provider, istituzione pubblica, datore di lavoro, etc.) puo’ regolamentare in modo ancora piu’ preciso i doveri dei propri utente, riportiamo in questo documento un breve sunto dei principi fondamentali della “netiquette“, a cui tutti sono tenuti ad adeguarsi.

  1. Quando si arriva in un nuovo newsgroup o in una nuova lista di distribuzione via posta elettronica, e’ bene leggere i messaggi che vi circolano per almeno due settimane prima di inviare propri messaggi in giro per il mondo: in tale modo ci si rende conto dell’argomento e del metodo con cui lo si tratta in tale comunita’.
  2. Se si manda un messaggio, e’ bene che esso sia sintetico e descriva in modo chiaro e diretto il problema. Specificare sempre, in modo breve e significativo, l’oggetto (campo “Subject”) del testo incluso nella mail. Se si utilizza un “signature file”, mantenerlo breve e significativo.
  3. Non divagare rispetto all’argomento del newsgroup o della lista di distribuzione via posta elettronica.
  4. Evitare, quanto piu’ possibile, broadcast del proprio messaggio verso molte mailing list (o newsgroups). Nella stragrande maggioranza dei casi esiste una ed una sola mailing list che costituisce il destinatario corretto, e che include tutti e soli gli utenti che sono effettivamente interessati.
  5. Se si risponde ad un messaggio, evidenziare i passaggi rilevanti del messaggio originario, allo scopo di facilitare la comprensione da parte di coloro che non lo hanno letto, ma non riportare mai sistematicamente l’intero messaggio originale, se non quando sia necessario.
  6. Non condurre “guerre di opinione” sulla rete a colpi di messaggi e contromessaggi: se ci sono diatribe personali, e’ meglio risolverle via posta elettronica in corrispondenza privata tra gli interessati.
  7. Non pubblicare mai, senza l’esplicito permesso dell’autore, il contenuto di messaggi di posta elettronica.
  8. Non pubblicare messaggi stupidi o che semplicemente prendono le parti dell’uno o dell’altro fra i contendenti in una discussione. Leggere sempre le FAQ (Frequently Asked Questions) relative all’argomento trattato prima di inviare nuove domande.
  9. Non inviare tramite posta elettronica messaggi pubblicitari o comunicazioni che non siano state sollecitate in modo esplicito.
  10. Non essere intolleranti con chi commette errori sintattici o grammaticali. Chi scrive, e’ comunque tenuto a migliorare il proprio linguaggio in modo da risultare comprensibile alla collettivita’.

Alle regole precedenti, vanno aggiunti altri criteri che derivano direttamente dal buon senso:

  • La rete e’ utilizzata come strumento di lavoro da molti degli utenti. Nessuno di costoro ha tempo per leggere messaggi inutili o frivoli o di carattere personale, e dunque non di interesse generale.
  • Qualunque attivita’ che appesantisca il traffico o i servizi sulla rete, quali per esempio il trasferimento di archivi voluminosi o l’invio di messaggi di posta elettronica contenenti grossi allegati ad un gran numero di destinatari, deteriora il rendimento complessivo della rete. Si raccomanda pertanto di effettuare queste operazioni in modo da ridurre il piu’ possibile l’impatto sulla rete. In particolare si raccomanda di: effettuare i trasferimenti di archivi in orari diversi da quelli di massima operativita’ (per esempio di notte), tenendo presenti le eventuali differenze di fuso orario; non inviare per posta elettronica grosse moli di dati; indicare (ove possibile) la locazione (URL) dei dati nel messaggio, rendendoli disponibili per il prelievo o la consultazione sulla rete.
  • Vi sono sulla rete una serie di siti server (file server) che contengono, in copia aggiornata, documentazione, software ed altri oggetti disponibili sulla rete. Informatevi preventivamente su quale sia il nodo server piu’ accessibile per voi. Se un file e’ disponibile su di esso o localmente, non vi e’ alcuna ragione per prenderlo dalla rete, impegnando inutilmente la linea e impiegando un tempo sicuramente maggiore per il trasferimento.
  • Il software reperibile sulla rete puo’ essere coperto da brevetti e/o vincoli di utilizzo di varia natura. Leggere sempre attentamente la documentazione di accompagnamento prima di utilizzarlo, modificarlo o re-distribuirlo in qualunque modo e sotto qualunque forma.

Comportamenti palesemente scorretti da parte di un utente, quali:

  • violare la sicurezza di archivi e computers della rete;
  • violare la privacy di altri utenti della rete, leggendo o intercettando la posta elettronica loro destinata;
  • compromettere il funzionamento della rete e degli apparecchi che la costituiscono con programmi (virus, trojan horses, ecc.) costruiti appositamente;

costituiscono dei veri e propri crimini elettronici e come tali sono punibili dalla legge.

[ registro.it]

Articoli correlati:

come si scrive una e-mail
scrivere per il web

Consiglio utile:

PC Flank – Stealth Test: ottimo test online per verificare lo stato del vostro antivirus/firewall, provatelo anche voi!

il sito è in Inglese!
Ma se per voi è difficile, potete farvi aiutare dal Traduttore di

“il mio NOD/Eset32 è stato promosso a pieni voti..

Se siete passati indenni al primo test, tornate sulla pagina principale e scegliete dal menu a sinistra “advanced port scanner“, se passate anche questo vuol dire che siete corazzati!

___________________-___________________

cos'è Captcha!?

Da Wikipedia, l’enciclopedia libera: … Con l’acronimo inglese CAPTCHA si denota nell’ambito dell’informatica un test fatto di una o più domande e risposte per determinare se l’utente sia un umano (e non un computer o, più precisamente, un bot). L’acronimo deriva dall’inglese “completely automated public Turing test to tell computers and humans apart” (Test di Turing pubblico e completamente automatico per distinguere computer e umani)…    (leggi ancora)

Nel nostro caso dovete solo scrivere il risultato dell’addizione (es: 7 + 2 = 9) e premere INVIA

webmaster

© facciamo chiarezza:

  • flaiudine.it  non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornata senza alcuna periodicità. Per questo motivo non può considerarsi un prodotto editoriale, ai sensi della legge 62 del 7/3/2001. Alcune delle immagini pubblicate sul sito sono state tratte da internet. Se in questo caso il loro uso violasse diritti d’autore, si prega di comunicarcelo in maniera che gli amministratori del sito provvedano all’immediata rimozione. Gli stessi amministratori titolari del sito non sono responsabili per il contenuto degli articoli e commenti per i quali rimangono responsabili gli autori stessi. Chi è autorizzato a pubblicare articoli e commenti è pregato di far fede alle norme di comportamento universalmente accettate e riconosciute sotto il nome di Netiquette  (all’inizio di questa pagina).
  1. Su Internet tutto è tutelato da copyright, a meno che l’autore non indichi chiaramente il contrario e anzi vi inviti a diffondere il più possibile i suoi testi (e le sue immagini). Quindi non si possono impunemente copiare nemmeno i messaggi di posta elettronica.
  2. Ogni opera creativa, e quindi anche i testi su Internet, è automaticamente protetta da copyright per il solo fatto di essere stata creata e quindi di esistere.
  3. Copiare i testi è scorretto, disonesto, ma soprattutto è un reato.
  4. L’indicazione del copyright, completa di nome dell’autore e della data, rafforza ed esplicita meglio la protezione del testo, ma anche se non c’è, non potete copiare nulla. In ogni caso, la formula giusta è quella che trovate in fondo a questa pagina. (Copyright © 2012 FLAI CGIL Udine | Powered by WordPresswebmaster 09/2012 Webrond)
  5. Se volete riprodurre un testo, citare la fonte non basta. Chiedete sempre il permesso all’autore. Fatelo per iscritto e conservate il messaggio. Lo stesso vale per chi concede il permesso di riproduzione.
  6. Se tenete particolarmente al controllo dei vostri testi, dedicate una pagina del sito proprio al copyright e scrivete chiaramente i termini e i limiti della riproduzione.
  7. Se non volete riprodurre intere pagine, ma solo dei passaggi, potete farlo, purché citiate autore e fonte e lo facciate a scopo di studio e documentazione e non a scopo commerciale.
  8. Su Internet copiare è facilissimo (basta il copia e incolla), ma ricordate che scoprire i furti è altrettanto facile (basta un motore di ricerca). Nonostante copiare sia un reato, difficilmente rischiate la galera o la multa, ma una figuraccia e un vistoso danno di reputazione sì, perché il danneggiato ha mille modi per farlo sapere in giro.
  9. Se vi accorgete di essere stati copiati, salvate il “corpo del reato”, scrivete subito, invitate a un accordo o a togliere la pagina incriminata. Nel 99% dei casi il furto è stato compiuto solo per ingenuità e ignoranza e non vi sarà alcun problema. Nel restante 1% rivolgetevi a un avvocato.
  10. Comunque, tranquilli. Pare che furti di testi e plagi sul Web non siano affatto più numerosi di quelli che vengono normalmente perpetrati su carta.

… nello specifico, vorrei che così fosse!

 Contatta il WebMaster:

Share Button

Captcha:
2 + 5 =